Crea sito

Asglaps per il sociale

Cazzo.

0

Sta settimana è cominciata così piena di cose da fare, disfare, montare, smontare che non ho ancora capito se sono finito in un fortunatissimo mondo parallelo dove stranamente HO VOGLIA di fare tutto quanto o chissà che cazzo mi sta succedendo.

Una cosa è certa. Una sola. Sono stranamente felice. Mi basta? No. Cazzo. Comunque sto ancora aspettando che il socio mi mandi il megapodcastone del Musicamp da pubblicare sul sito di Radionation e su DIS. Che non è bello quando la gente comincia a chiedertelo via mail… Considerando che il 50% di essi non caga direttamente noi ma ci raggiunge per vie traverse.

Comunque, al Musicamp mi sono divertito, ho conosciuto gente che conoscevo solo di nickname, e ho mangiato per la prima volta un piatto vegano, molto buono oltretutto.

Ora se non vi spiace bestemmio un po’ che Stan salendo i denti del giudizio. Cazzo.

La lista dei desideri 2009 di Save the Children.

0
POLLI

POLLI by franfiorini on Zooomr

Perché regalare una stelladinatale che si ammuffisce dopo 5 giorni o un panettone moscio che ti si pianta tutto sui fianchi? Fate i fighi e fate anche un’opera di bene. Save the Children, anche per quest’anno, per Natale lancia la Lista dei Desideri.

Bastano per esempio 19 euro per 3 copertine che faranno sì che molti bambini non si ammaleranno di polmonite o 26 euro per 5 zanzariere pretrattate che preverranno la malaria. Ma i doni da scegliere sono tanti, con cifre addirittura simboliche rispetto a ciò che spenderemo per regali “obbligati” a persone che ci stanno sul gozzo. Quindi perché non dirgli “ho fatto un bel dono a nome tuo ai bambini”?
Ma con la Lista dei Desideri, anche chi fa un regalo ne riceverà a sua volta uno: indipendentemente dal dono scelto, infatti, avrà la possibilità di “posare” insieme allo yak, testimonial della campagna “Regali utili”, stampare la foto su una cornice Save the Children per esibirla a casa o semplicemente caricarla sul proprio profilo di Facebook. E’ possibile inoltre creare la propria Lista dei Desideri segnalandola agli amici in occasione di una ricorrenza, onde evitare regali inutili sia per chi li deve offrire sia per chi li riceverà. Un’opportunità anche per bomboniere, liste nozze e per le aziende che ad esempio possono donare virtualmente ai propri clienti, collaboratori e fornitori dei Plumpy’Nut®, per combattere la malnutrizione, o Sali reidratanti per salvare la vita a tanti bambini che ancora oggi muoiono per una semplice diarrea.
Il messaggio originale è stato gentilmente copincollato dal blog di quella santa donna della fran, per l’esattezza QUESTO POST

Torna all'inizio